Dropshipping: Che cos’è, e come svolgerlo

Che cos’è il Dropshipping

Il Dropshipping, è un modello di Business che permette la vendita di prodotti, attraverso un fornitore terzo che si occuperà di spedire il prodotto al cliente, per questo motivo gli imprenditori che lavorano con il Dropshipping, si concentrano sulla Gestione Dei Clienti, sul Branding e sul Marketing. Mentre i fornitori si occuperanno della logistica e dell’inventario.

Il significato del Dropshipping e il suo svolgimento

Come accennato nel paragrafo precedente, il Dropshipping è un modello di Business basato sull’ E-commerce, esso si basa sull’interazione di tre soggetti:

  • Il Rivenditore, ovvero la persona che seleziona i prodotti, si occupa della strategia di marketing, cura il rapporto con i clienti e si occupa della gestione dei canali ufficiali di vendita (sito web, marketplace, social network, ecc.) e si fa carico delle spese;
  • Il Fornitore (o Dropshippers), ovvero la persona che si occupa di curare la logistica, l’inventario dei prodotti, di spedire i prodotti ai clienti di ciascun rivenditore;
  • Il Cliente, ovvero la persona che ha acquistato il prodotto. La maggior parte dei clienti non è mai a conoscenza del modello di Business che può esistere su un qualsiasi canale di acquisti online.

Vantaggi e Svantaggi

Nel Dropshipping, come qualsiasi modello di Business, ci sono dei vantaggi e dei svantaggi, vediamoli.

Tra i Vantaggi possiamo citare:

  • Minori Investimenti Iniziali, con il Dropshipping, ci sono minori investimenti iniziali solamente in casi specifici, perché per effettuare Campagne di Marketing potranno essere anche spese importanti.
  • Nessun Magazzino e Spedizioni, questo è un fattore molto importante, perché non dovendo gestire il magazzino e le spedizioni, non ci sono costi molto elevati per logistica ecc.
  • Adattabilità, essendo un modello di Business, che abbatte i costi strutturali, per chi opera in questo Business, è molto semplice anche cambiare fornitori, nicchie, prodotti ecc.
  • Possibilità di lavorare ovunque, il Rivenditore in Dropshipping, ha la possibilità di lavorare ovunque si trovi con un dispositivo collegato alla rete (PC, Tablet, ecc.)

Mentre gli Svantaggi che possiamo citare sono:

  • Non avere il controllo sul prodotto, essendo il Fornitore colui che si occupa della cura della logistica e delle spedizioni, il Rivenditore non ha molto controllo sul prodotto, ed ovviamente si pensano ai rischi che ne potrebbero derivare;
  • Il Rivenditore è responsabile dei prodotti, per il Cliente finale, il Rivenditore è l’unico e solo responsabile del prodotto spedito e acquistano dal cliente, quindi diventa molto importante la scelta dei prodotti, dei fornitori e la cura dei clienti;
  • Il Guadagno, spesso accade che effettuando il Business del Dropshipping, i margini di guadagno sono molto pochi, e spesso il margine viene speso o per il pagamento delle tasse del proprio paese o per le campagne di marketing;
  • I Prodotti, per prodotti intendiamo la vendita di prodotti che vengono venduti contemporaneamente da molti altri Rivenditori, così facendo si rischia di scomparire dal mercato e quindi di non comparire alla vista dell’utente finale.

Come iniziare e che piattaforme utilizzare

Iniziare un attività nel Business del Dropshipping è molto semplice, ma ci sono dei fattori indispensabili:

  • Essere in possesso di P.IVA, in Italia, per diventare un Rivenditore in Dropshipping, bisogna avere la Partita IVA, ed essere registrati al registro delle imprese;
  • Scegliere la nicchia, per ottenere risultati importanti in questo Business, si consiglia di trovare una nicchia(prodotto unico) da vendere in modo da abbattere la concorrenza;
  • Scelta del fornitore, la scelta del fornitore è di una grande importanza, perché sarà lui a curare il lato logistico e di spedizioni per i tuoi clienti. I fornitori Dropshipping, sono facilmente trovabili in rete, ed essi operano in varie categorie ad esempio: Tecnologia, Arredamenti, Giocattoli, ecc;
  • La piattaforma dove vendere, la scelta di una piattaforma dove vendere i prodotti in Dropshipping, può variare da diversi fattori che possono essere le capacità tecniche o la possibilità di avere uno staff che si occupa di lavorare su queste piattaforme. Si possono realizzare piattaforme come un Sito Web (usando WordPress e Woocommerce), oppure usufruire di piattaforme di vendita più semplici da usare che offrono un sistema già integrato sia con la vendita che con la scelta dei fornitori (Shopify).

Cosa vendere e quanto costa fare Dropshipping

Entrando nel Business del Dropshipping, possiamo dire che le categorie di vendita sono:

  • Tecnologia(PC, Tablet, Smartphone);
  • Arredamento;
  • Console & Videogiochi;
  • Abbigliamento & Accessori;
  • Accessori per la casa, ecc.

Stimare un numero preciso di categorie non è possibile, perché quest’ultime sono in continua evoluzione.

Il Dropshipping, permette di avere margini di guadagno, ma ha anche dei costi, rapportare entrambe le cose non è possibile senza un’analisi dettagliata perché le variabili sono tante.

I costi del Dropshipping sono:

  • Spese di gestione della piattaforma;
  • Spese fiscali e di startup;
  • Spesa di gestione dell’eventuale staff;
  • Costi accessori o di altra natura;
  • Spese di marketing.

 

Condividi questo Post

Share on facebook
Facebook
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram